Meno cioccolata

– Penso che le direi di mangiare meno cioccolata.

Era un po’ che non si vedeva con qualcuno. Usciva con le amiche, il mercoledì sera al cinema era d’obbligo, ma aveva smesso di frequentare uomini, di farsi offrire caffè per non correre il rischio di dover  ricambiare con una cena.

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Too Many Coffee

Aspettare senza sapere è stata la più grande incapacità della mia vita. […] Io non so aspettare e non voglio farlo, nell’attesa i mostri prendono forma e si ingigantiscono, mangiano le ore per crescere e mangiarmi.

Valeria Parrella, Lo spazio bianco

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Mi sono solo lavata i capelli

Non ho cambiato pettinatura, mi sono solo lavata i capelli

Amica mia, dici che ora hai capito
che devi uscire
dalla spirale del dolore

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

I viaggi di Penelope

Ogni Odissea
Ha un finale felice
Se Penelope
Sopravvive al terrore
Del silenzio di Ulisse

Juana Rosa Pita, I viaggi di Penelope

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Io credo nel rosa

Io credo nel rosa. 
Io credo nel baciare, baciare un sacco.
Io credo che ridere sia il modo migliore per bruciare calorie.
Io credo nell’essere forti quando tutto sembra andare male.
Io credo che le ragazze felici siano le più carine.
Io credo che domani sarà un altro giorno.
Ed io credo nei miracoli.

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Dove sai che non può stare

È difficile che qualcuno ti spezzi il cuore,
generalmente sei tu che lo rompi mentre cerchi di metterlo a forza in un posto dove sai che non può stare.

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Inverni lontani

La neve verrà leggera come piccole piume d’oca, soffermandosi prima sugli alberi, quindi filtrerà tra i rami posandosi infine sui cortinari gelati, sugli arbusti di mirtillo, sul muschio come velo di zucchero su una torta. Le lepri, i caprioli, i cervi staranno immobili a guardare il nuovo paesaggio. Le volpi dentro la tana spingeranno fuori il naso per fiutare il nuovo e antico odore che ritorna. Ma quando sarà tutto bianco, si ricorderanno gli scoiattoli dove hanno nascosto le provviste? Il vecchio urogallo dello Scoglio del Tasso volerà sull’abete dove generazioni della sua famiglia hanno aspettato la primavera nutrendosi delle sue foglie. Il bosco sarà immerso in un tempo irreale e io andrò a camminarci dentro come in sogno. Molte cose mi appariranno chiare in quella luce che nasce da se stessa.

Mario Rigoni Stern, Inverni lontani

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto