Un bambino in riva al mare

Lo gnomo sedeva su quella spiaggia, guardava il cadavere galleggiare e non diceva niente. La bimba mai nata gli arrivò vicino e gli poggiò una mano sulla spalla.

– Devo essere più felice io a non essere mai stata?
– Ascolta il vento.

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Microracconto della Domenica n°84 – “Erotico notturno n°4 – Le stelle sulla schiena”

Aveva già rimesso tutto nei cassetti: il branco di lettere urlanti, i buoni propositi e la voglia di aspettare quelli che non avevano capito il senso della storia. Non è facile sbagliare ogni cosa, le loro vite erano un cumulo di errori, non avevano preso una sola decisione sensata fin dal primo momento. Lui, finalmente e con tanta fatica, aveva messo a riposo il suo affetto, aveva ucciso lo slancio nei confronti di quei colori pastello, perché gli dispiaceva ma la dolcezza doveva essere riservata a chi sapeva cosa volesse dire prendersi cura delle cose belle, sospendere quell’affetto era un atto doveroso nei confronti dello spirito.

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Microracconto della Domenica n°81 – “Friburgo in Brisgovia”

Friburgo, 77 anni dopo.20321_10205989227522428_8102481628850961628_n

La locanda non c’era più, non c’era più niente di quella Friburgo che ricordava così bene pur non essendoci mai stato prima. Nessuna delle strade che partivano dalla cattedrale arrivava in luoghi già visti. Aveva lasciato gli altri a gironzolare per le vie del centro, probabilmente in quel momento erano a bere birra in qualche pub cercando di dimenticare i loro molti mali.

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Microracconto della Domenica n°69 – “Il tempo tra due frecce”

Sedeva in alto sugli spalti, luci spente e pochissima gente. Il trambusto della gara era finito e ora aspettava solamente di trovare la forza di uscire da quella bella sensazione di solitudine. Quei bersagli erano piccoli e lontani mentre lui pensava quanto fosse nello stesso tempo banale e difficilissimo fare centro. Primo volere, secondo sapere, terzo fare. Nessuna scusa e nessuna distrazione. Senza nessuna emozione che possa disturbare nonostante i moti dell’anima rimanessero la ragione di ogni passo.

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Microracconto della Domenica n°52 – “La stazione tra Edimburgo e Londra”

ukTra Edimburgo e Londra c’è York e un giorno, lì alla stazione dei treni, si incontrarono due persone. Trovando tanto coraggio si guardarono negli occhi e si salutarono come vecchi amanti. Si perdonarono tutto e tutto quello che era accaduto prima smise di esistere, scomparve un “non posso” in Germania, un “tornerò” a Firenze, un “questo sarebbe stato per te” in aeroporto, un “non ci credo” su un’isola che non esiste più.

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto

Resoconto di un viaggiatore in Palestina. Atto quarto

Resconto di un viaggiatore in Palestina Atto IVMeglio andare via dalla zona di Betlemme ed Hebron, telegiornali e volti della gente si fanno scuri. Ieri mattina di buon’ora ero su un autobus diretto in territorio Israeliano.

L’ingegnere palestinese mi saluta abbracciandomi e dicendo che devo assolutamente tornare.

Se ti è piaciuto condividi!
Leggi tutto